7/16/2013

Poesia traduzida - Sandra Santos por Rosetta Savelli


Poesia contemporanea brasiliana -  Rosetta Savelli

Traduzione in Lingua Italiana di ROSETTA SAVELLI
(Presentati e tradotti da Leo Lobos)

sandra santos blog


"La diversità delle lingue, lungi dall'essere una punizione come nel mito di Babele, è un motivo per noi di passare attraverso la prova di comunicazione con gli stranieri. La teoria e la pratica vengono sfidate e divengono complemento, all'interno del quale la riflessione sulla traduzione è inseparabile dall'esperienza e dalla conoscenza della traduzione. Questa selezione di poesia contemporanea brasiliana viene quindi presentata come una possibilità di scoprire, di incontrare e di collegarsi al Brasile di oggi.
Ho cercato di esprimere il senso del senso e non solo il senso di una lettera, in riferimento a come viene pronunciata una lettera o parola o verso, nel suono castigliano portoghese. Questi poeti, Claudio Willer, Tanussi Cardoso, Sandra Santos e Emanuel Herbert, ci mostrano il mare immenso della scrittura prorompente e viva in Brasile. Condividono mondi immaginari, sia reali che virtuali, dai quali i poeti stessi traggono nutrimento.
Sì, è bene ascoltare la musica classica, ma è bene anche ascoltare il ritmo e la poesia e il rock and roll. Così come è bene apprezzare il cinema, è bene apprezzare anche la navigazione in Internet ed esplorare nuovi veicoli come il blog o il cinguettio di twitter che permettono di ampliare le proprie reti di comunicazioni virtuali con altri poeti. Questo permette di creare pagine e riviste elettroniche e di sviluppare immagini visive d'arte attraverso i video.
Infine, gli autori attuali e moderni che insistono nel desiderio e nella volontà di vivere in pieno il loro tempo, con il diritto di esplorare tutte le possibilità offerte dalla tecnologia, verbali e non verbali, riescono a creare e ad essere pienamente creativi dentro a questo nostro tempo.
A quei naviganti che di solito frequentano il Brasile, noi facciamo scoprire loro, stupendoli, sia la dimensione che la forza espressiva e viva della lingua portoghese brasiliana. Mostriamo il significato e il suono, come se ci fosse qualcosa nelle lingue che differiscono per taglio e per suoni fonetici, svelando e rivelando così il fascino della lingua diversa.
Il desiderio di capire ciò che è diverso, la necessità di affrontare l'alterità senza annullarne il senso e l'identità. poichè è proprio da questa traduzione e da questo scambio di lingue che nasce l'intesa per cercare di capire lo straniero. La poesia di questi autori è arte ed è questa la visione centrale e trainante, è questa la sensazione gratificante di essere di fronte a una legittima espressione della vita attraverso la forma del linguaggio.
Questa forma artistica del liguaggio si chiama poesia.(Leo Lobos)


Sandra Santos (Rio Grande do Sul, Brasile 1964). E' la mente ideologica e fondatrice del "Progetto Instante Estante" ed è anche editore, insieme con il poeta brasiliano Alexandre Brito, in un'iniziativa che promuove i poeti brasiliani e latino-americani attraverso le edizioni e-book e le edizioni in cartaceo nelle Scuole statali. E' Direttore di "Spazio Culturale Castelinho do Alto da Bronzo", leggenda urbana culturale di Porto Alegre, che organizza e conduce periodicamente mostre d'arte e di fotografia, così come lanci e performance artistiche aperte a tutti e con ingresso libero. Realizza laboratori di scultura, gratuitamente per le comunità indigene e coordina il progetto "Casa Naif" atelier sul paesaggio di Porto Alegre, nel Castelinho do Alto da Bronzo, per accogliere e favorire la produzione artistica dei pittori primitivi all'interno dello Stato e in l'America Latina.
Sandra Santos scrive poesie fin dall'infanzia e all'epoca scriveva in un dialetto italiano estinto che le aveva insegnato suo nonno Marco Antonio.

Oggi Sandra Santos si esprime in versi attraverso l'utilizzo di un dialetto Tupi antico.

- La lingua Tupi è chiamata anche lingua Tupi antica o lingua Tupi classica, è una lingua estinta che appartenente alla famiglia delle lingue Tupi.
La famiglia linguistica Tupi comprende 70 lingue diverse parlate in Sudamerica, e le più conosciute sono il Tupi antico e Guarani.
Quando i portoghesi arrivarono sulla costa orientale del Sudamerica, scoprirono che gli indigeni della costa parlavano lingue simili. I missionari gesuiti trassero vantaggio da queste somiglianze creando delle lingue comuni con grammatica e ortografia fissa, che loro chiamavano lingua generale.
Fra queste, la lingua più conosciuta era il Tupi antico,
Un tempo questa lingua era parlata dagli indigeni Tupi in Brasile, molti dei quali vivevano presso la costa atlantica. Appartiene alla sottofamiglia delle lingue Tupi-Guaraní e ha una tradizione scritta che durò per tre secoli, dal XVI al XVIII. Nel periodo coloniale la lingua Tupi veniva usata come lingua franca nel territorio, sia dagli Indios che dagli Europei portoghesi.
In seguito l'uso della lingua venne soppresso e ad oggi esiste una sola lingua discendente dal Tupi antico con un numero apprezzabile di persone che la parla, questa lingua è il Nheengatu.
I nomi Tupi antico o Tupi classico vengono usati dagli studiosi moderni e in portoghese viene chiamata Tupi antigo, mentre vi sono diversi nomi usati dai vari gruppi di persone che la parlano:
ñeengatú ("buona lingua"),
ñeendyba ("lingua comune"),
abáñeenga ("lingua umana")
La lingua è piuttosto diversa dalle lingue indoeuropee nella fonologia, morfologia e grammatica.
Apparteneva al gruppo di lingue Tupi-Guaraní, che a differenza di altri gruppi linguistici in Sudamerica si era diffuso vastamente. Fino al XVI secolo, queste lingue si potevano trovare su tutta la costa brasiliana, dal Pará a Santa Catarina, e anche nel bacino del Rio de la Plata. Le lingue Tupi sono ancora parlate ad oggi in Brasile, Guyana francese, Venezuela, Colombia, Perù, Bolivia, Paraguay e Argentina.


Il TRAVESTIMENTO di SANDRA SANTOS

Il travestimento è testimonianza
di parole non registrate
e di atti non letti

nell'indossare il travestimento
si nascondeva un gancio,
un chiodo arrugginito

il travestimento nascondeva
il lutto in una frase

muta

così che in generale
a poco a poco
si dimenticava tutto

il travestimento come il foro di proiettile
sul bavero della morte


ITALIA 21 Febbraio 2013 - di Rosetta Savelli —
La scrittrice Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la Musica, la Letteratura e l' Arte in tutte le sue espressioni. Ha pubblicato tre libri: un Racconto , una Raccolta di Poesie ed un Romanzo. Ha partecipato a numerosi Concorsi Letterari sia Nazionali che Internazionali ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. E' inoltre presente in una decina di Antologie Letterarie sia di prosa che di poesia. Ha pubblicato racconti su Riviste specializzate di Arte e Letteratura. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche.Ha intervistato noti personaggi della Cultura e dello Spettacolo

Nenhum comentário:

Postar um comentário

pode gostar de...

Sandra SantosGatosMuseu do botao Arte erotica Codigo Coletivo

Traduzir